celebrate

(redirected from celebrare)
Also found in: Dictionary, Legal.
Related to celebrare: celebrate
Graphic Thesaurus  🔍
Display ON
Animation ON
Legend
Synonym
Antonym
Related
  • verb

Synonyms for celebrate

rejoice

Synonyms

commemorate

perform

Synonyms

Synonyms for celebrate

to mark (a day or an event) with ceremonies of respect, festivity, or rejoicing

to show joyful satisfaction in an event, especially by merrymaking

Synonyms

Synonyms for celebrate

behave as expected during of holidays or rites

assign great social importance to

References in periodicals archive ?
Oltre a celebrare la vita e la maternita ["Ha il latte, li" (Conversazione 335)], la statua e anche simbolo della "verita.
Quando Marinetti scrive "noi vogliamo cantare l'amore del pericolo, l'abitudine all'energia e alla temerarieta", egli proclama allo stesso tempo la necessita per la poesia stessa di farsi temeraria, diventare poesia che rinunci a celebrare "l'immobilita pensosa" e canti invece "il salto mortale" (10).
Lo stesso Benn, ormai in difficolta a dispetto della sua adesione al nuovo corso politico in Germania, torno a celebrare il Futurismo e in particolare Marinetti, <<destino della razza italiana>>, in una sua Rede radiofonica intitolata a quest'ultimo del 29 marzo 1934 (Rede auf Marinetti).
In passato--si pensi all'ascesa trionfale del divismo tra la prima guerra mondiale e gli anni venti--circolavano attori dediti a celebrare il potere assoluto dei sentimenti grazie anche al supporto del corpo.
Il culto dei morti era fatto per celebrare la vita dei trapassati: i superstiti ricordavano ed onoravano il defunto con giochi funebri che erano "le opere piu vivaci, piu forti, piu energiche, piu solenni, piu giovanili, piu vigorose, piu vitali che si potessero fare.
Le strade, le piazze, gli edifici pubblici della zona portano ancora oggi nomi sudamericani, e nei circoli e nei caffe dei paesi liguri gli "americani" si riunivano per parlare spagnolo e celebrare la festa dell'Indipendenza dell'Argentina.
Modernita e stampa periodica, infatti, possono dirsi pressoche coetanee, sebbene la modernita tenendo a battesimo la stampa, delia quale dovremo entro qualche mese celebrare il terzo centenario delia nascita.
2) Nel celebrare l'ingresso in Europa come un passo che allontana dal sud (del mondo) e promuove ad uno status di privilegio, e nel recuperare in senso strumentale l'italianita all'estero come cifra del successo nazionale (Tremaglia), immemori di un passato di sfruttamento, razzismo e marginalita nelle tante terre dell'emigrazione italiana, l'Italia sembra oggi vivere una frizione tra il passato e il presente, e si presenta dunque come uno spazio peculiare per la sua condizione di luogo all'incrocio: unico paese del cosiddetto Primo Mondo con una fortissima storia di emigrazione, ancora da esplorare e divulgare per larga parte, e con un passato coloniale esiguo che solo parzialmente si lega al larghissimo fenomeno immigratorio attuale.
Kircher, inseguendo le sue ricerche sull'ottica, finisce col celebrare non tanto la "visione intellettuale" quanto il senso della vista specialmente se potenziata da strumenti che fanno percepire oggetti e contorni non visibili ad occhio nudo.
Auden, per il quale i poeti non possono celebrare gli scienziati, "because their deeds are concerned with things, not persons, and are, therefore, speechless" (9).
La baracca teatro stracolma di internati assorti, come rapiti; momento sublime che, come un tappeto volante ci trasporto al dila dei reticolati, in un mondo di fiaba dove le immagini dei nostri familiari apparvero vive e presenti come non mai, vicine a noi per celebrare la Nativita.
celebrando in Petrarca il loro nume tutelare la poesia e la cultura moderna hanno un'incrinatura d'accento perche sentono di celebrare la loro onnipotenza e di ravvivare la loro ferita latente.
Puo conversare amabilmente di letteratura con i colleghi latini e celebrare, per superarla subito, la riuscita sostanziale della trasmissione della cultura antica, al di la di ogni lacuna testuale, non importa quanto estesa o profonda (esemplarmente: quella di Omero).
La vicinanza tra il testo boccacciano e quello petrarchesco non dipende quindi dallo scarso numero di possibili personaggi femminili da celebrare.
Non per nulla Stabile avverte nella <<Premessa>>: <<Una sezione del volume e dedicata a Bruno Nardi che considero il piu grande filosofo medievalista italiano dei Novecento e di cui ebbi l'onore di celebrare il centenario della nascita [.